Concludiamo in Lilla 15 marzo 2018

05Giovedì 15 marzo: evento finale del progetto triennale di prevenzione che Perle Onlus ha attuato nelle scuole medie della provincia di Grosseto negli ultimi tre anni. Il progetto, denominato “Per…le Scuole 2015-2018”, ha visto coinvolte le Scuole Medie Giovanni Pascoli, Giovan Battista Vico e Galileo Galilei.

L’iniziativa rientra nell’ambito della VII° Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata all’informazione e alla sensibilizzazione sui Disturbi Alimentari, a cui Perle aderisce ogni anno dal 2012 ad oggi.

La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

L’iniziativa nasce da un padre, Stefano Tavilla, oggi presidente dell’Associazione di Familiari MiNutroDiVita con sede a Genova. La data, il 15 marzo, risulta essere significativa perché in ricordo della morte di sua figlia Giulia, che ha perso la vita proprio il 15 marzo 2011 per complicanze dovute alla bulimia di cui soffriva, mentre era in lista d’attesa per il ricovero in una struttura dedicata.

Dal 2012 ad oggi la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla si è estesa in tutta Italia, fino a diventare da quest’anno simbolo non solo nazionale, ma mondiale, della lotta ai Disturbi Alimentari, passando da coinvolgere una singola Associazione il 15 mazro del 2012 fino a vedere coinvolte più di 100 Associazioni di familiar/ex pazienti aderenti a Consult@noi (l’Associazione Nazionale di II livello) e realtà varie legate ai DA lo scorso anno nel 2017, con l’organizzazione di eventi di sensibilizzazione e informazione su tutto il territorio italiano.

A Grosseto con Perle Onlus

Perle ha da sempre partecipato con eventi organizzati su Grosseto alla Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla. Di seguito le iniziative:

  • Convegno mercoledì 14 marzo:

Il “Codice Lilla” prende il nome da un progetto, realizzato da Simona Corridori (infermiera) e Mariella Falsini, (Presidente Associazione Perle Onlus), che prevede nei pronto soccorso d’Italia, la realizzazione di un iter che permetta al personale sanitario, attraverso adeguata formazione, di riconoscere e quindi intervenire tempestivamente attraverso percorso assistenziale appropriato le pazienti D.A. che si rivolgono al pronto soccorso.

 

  • Concludiamo in Lilla 15 marzo

 

Giovedì 15 marzo, dalle 9.00 e fino alle 12.30, presso l’aula magna del polo universitario grossetano sono coinvolti insegnanti, genitori, alunni e cittadinanza tutta, grazie all’evento finale del Progetto Per…Le Scuole 2015-2018. Il progetto di prevenzione, attuato presso le Scuola Medie Giovanni Pascoli, Giovan Battista Vico e Galileo Galilei giunge infatti al termine quest’anno, dopo aver accompagnato i ragazzi durante tutti e tre gli anni del loro percorso di scuola media inferiore, al fine di valutare al meglio i risultati e le ricadute dello stesso.

 

L’evento è stato organizzato in maniera tale da coinvolgere tutti e 170 i ragazzi che hanno preso parte al progetto, con la proiezione di un video, per la regia di Francesco Nisi, che vede gli alunni protagonisti e che descrive il progetto dal loro punto di vista e dal punto di vista dei nostri professionisti che si sono occupati di portarlo avanti

 

Di seguito i professionisti coinvolti.

 

Coordinatrice:

Lorenza Della Verde, Biologa Nutrizionista

 

Modulo Nutrizionale

Lorenza Della Verde, Biologa Nutrizionista

Maria Carla Martinuzzi, medico pediatra

Daniela Pompei, dietista

 

Modulo Psicologico

Beatrice Catarsi, psicoterapeuta

Annalisa Rustighi, psicoterapeuta

 

Modulo Motorio

Martina Mariani, psicoterapeuta

 

Modulo Genitori

Serena Tornitore, psicoterapeuta familiare

 

Collaboratori di sostegno

Fracesca Livrieri, psicologa

Cristina Vannuzzi, psicologa

Sara Serafini, psicologa

Giulia Rossi, psicologa

 

Presidente Perle Onlus

Mariella Falsini

 

L’evento è stato arricchito dalla mostra fotografica itinerante di Nadia Accetti dal titolo “Solo l’Amore salva – il corpo della donna è vita”. La mostra nasce dall’Associazione “DonnaDonna” di cui è fondatrice la stessa Nadia Accetti, che è ideatrice e direttrice artistica della stessa. Testimonial d’eccezione, muse e “modelle” per un giorno sono donne di tutte le età, religione, etnie e condizione sociale. Uniche e irripetibili hanno voluto esprimere attraverso le fotografie la libertà di essere se stesse. Gli scatti sono un’esplosione di gioia e di speranza per veicolare il messaggio che “vincere si può”. Suggestivi i ritratti d’autore che immortalano la forza delle donne e della gioia di vivere.

Hanno prestato la loro immagine le donne della Polizia di Stato, della Marina di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

L’evento ha visto pertanto la partecipazione e l’intervento dell’Assessore Mirella Milli, del Questore di Grosseto Domenico Ponziani, del Prefetto di Grosseto Cinzia Teresa Torraco e del Comandante dei Carabinieri Carlo Bellotti, nonché della Presidente del Polo Universitario Gabriella Papponi Morelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *